Supporto » Enter the cloud

Enter the cloud: il cloud a 360°

Riflessioni cloud: un cambiamento è possibile

03/07/2013


Settimana scorsa siamo stati al Politecnico di Milano per l’Osservatorio Cloud & ICT as a Service. Lo scenario, come forse è facile immaginare, non è dei migliori: i tassi di crescita ICT e Cloud del nostro Paese sono ben lontani sia da quelli delle economie più evolute che da quelle dei Paesi emergenti. Nonostante tutto, le tecnologie digitali rappresentano per l’Italia una leva concreta per l’innovazione e il Cloud Computing un modello che consente di ridurre i costi, ottimizzare i tempi di risposta e razionalizzare le infrastrutture.

 

Scendiamo nello specifico. Nel 2012 la spesa ICT delle grandi imprese italiane si è contratta del 4% rispetto all’anno precedente. Scenario del tutto simile per le PMI: la spesa ICT cresce solo per il 16% delle aziende intervistate.
Malgrado tutto, la ricerca dell’Osservatorio ha rilevato che il 70% delle grandi aziende adotta tecnologie cloud, il 26% ha dimostrato un interesse concreto e quindi una propensione ad approcciare il cloud nel breve periodo, mentre solo il 4% degli intervistati si dichiara non interessato. Come sono messe le PMI? La diffusione cloud è del 28% per le aziende comprese tra i 50 e i 249 addetti, ma scende al 20% per quelle tra 10 e 49 addetti. Ancora troppo elevata la percentuale di non interesse e di non conoscenza di queste tecnologie.

 

Alcuni spunti interessanti citati nel post pubblicato dal blog Enter the Cloud:

 

  • Cresce l’utilizzo del cloud PaaS
  • L’hybrid cloud sarà un modello adottato da molte imprese
  • Driver di adozione: il 17% delle imprese passa al cloud per motivi di rinnovo di infrastrutture obsolete; il 27% per una visione legata all’innovazione; il 56% per il miglioramento e supporto a servizi e processi
  • Le startup sono le uniche aziende Native Cloud