Supporto » Domande frequenti

FAQ sul mondo cloud

Trova le risposte alle tue domande su Cloudup,
il mondo del cloud computing e dei server virtuali.

  • Cosa è Cloudup?

    Cloudup è un servizio Iaas di cloud on demand, a consumo, completamente scalabile, con cui è possibile configurare e acquistare server a partire da €0,00027* al minuto per arrivare a macchine virtuali con 8 CPU core, 16 GB di Ram e 1 TB di spazio disco.

    Con Cloudup si possono configurare in pochi minuti server adatti a supportare qualsiasi funzionalità: hosting di siti web, ambienti di sviluppo, streaming, applicazioni, mail server.

    I server cloud possono essere modificati per aumentare o diminuire le risorse o addirittura cancellati. Tutto è fatturato a consumo e senza vincoli contrattuali di durata.

    *Quotazione stimata per un server Linux con le seguenti risorse: 1 CPU, 10 Gb di spazio disco, 1 Gb di Ram. Valore approssimato alla quarta cifra decimale. Il costo al mese è di €11,79.

  • Cosa è la virtualizzazione?

    Per virtualizzazione s'intende la creazione di una versione virtuale di una risorsa normalmente fornita fisicamente. Qualunque risorsa hardware o software può essere virtualizzata: sistemi operativi, server, memoria, spazio disco, sottosistemi.

  • Cosa è il cloud computing?

    In informatica, con il termine inglese cloud computing s'indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto al cliente, di memorizzare/archiviare e/o elaborare dati (tramite CPU o software) grazie all'utilizzo di risorse hardware/software distribuite e virtualizzate in Rete.

    La creazione di una copia di sicurezza (backup) è automatica e l'operatività si trasferisce tutta online mentre i dati sono memorizzati in server farm.

  • Che differenza c'è tra server virtuale e un server fisico?

    Un server virtuale ha tutte le potenzialità e le capacità di un server fisico dedicato. L'unica differenza è che si crea una versione virtuale di una risorsa normalmente fornita fisicamente. Qualunque risorsa hardware o software può essere virtualizzata: sistemi operativi, server, memoria, spazio disco.

  • Che differenza c'è tra server virtuale e cloud?

    Sotto un profilo commerciale, il server virtuale è preconfigurato, non modificabile in prima persona dall'utente e generalmente prepagato; un server cloud, invece, è configurato dall'utente in base alle esigenze, pagato a consumo, le risorse sono allocabili in base alle necessità. Un server cloud è molto più flessibile di un server virtuale.

  • Non sono in grado di gestire un sistema come Cloudup.
    Offrite server già pronti per l'uso?

    Certo, Enter eroga un servizio chiamato Selfserver. Si tratta di un servizio di server virtuali preconfigurati e pronti per essere utilizzati, di varie dimensioni e prestazioni. In questo caso, non è l'utente a decidere le risorse su misura.

  • Cosa è Selfserver?

    Selfserver è uno store on line in cui è possibile acquistare server virtuali dedicati, per applicazioni professionali e business critical. Si tratta di una serie di offerte con CPU, RAM e spazio disco prefissati, traffico illimitato e una serie di servizi accessori on board che li rendono adatti a specifici utilizzi: mail server, server di sviluppo, server già pronti per ospitare un blog o un ecommerce. Selfserver sarà collocato sul mercato a breve: è possibile registrarsi e ricevere informazioni in anteprima rispetto alla data di lancio.

  • Quali sono le principali differenze tra Cloudup e Selfserver?

    Le differenze principali sono:

    Gestione delle risorse:
    Cloudup è un vero e proprio cloud server, è possibile scegliere le risorse necessarie, i servizi aggiuntivi e configurarsi il/i server in base alle necessità. È possibile fare upgrade e downgrade delle risorse in qualsiasi momento. Selfserver invece, offre server già pronti per essere utilizzati. Si tratta di server preconfigurati con risorse non modificabili, e opzioni preinstallate.

    Aspetti commerciali:
    Cloudup ti permette di allocare e pagare solo le risorse prescelte. Consentendo una fatturazione al minuto, presenta la massima flessibilità: paghi solo ciò che istanzi per il tempo di effettivo utilizzo del server. Selfserver invece si presenta con una serie di pacchetti preconfigurati a costo fisso. Il vantaggio è che sai immediatamente ciò che spendi.

    Durata contratturale:
    Cloudup non presenta vincoli contrattuali di durata. Selfserver invece ha la durata minima mensile, ma è possibile sottoscrivere contratti annuali e biennali economicamente più vantaggiosi.