Tecnologia » Architettura

Architettura cloud e infrastruttura

Cloudup si basa sui principi fondamentali dei sistemi cloud. Alla sua base, infatti, sono presenti un ambiente cloud e un'architettura che consentono a Cloudup di essere:

Distribuito
È pensato per gestire istanze di virtual machine in esecuzione su server ospitati in armadi o anche datacenter diversi
Multi-
tenant
Gestisce un'infrastruttura hardware e software condivisa in tutta la catena del processo di erogazione del servizio, senza che mai un utente possa venire in contatto (accidentale o doloso) con l'istanza di un altro utente.
Dinamico
Permette di adattare le risorse impiegate a seconda delle esigenze del momento.
Self-
provisioned
È pensato per dare servizi riducendo a zero o al minimo l'intervento umano, nel momento stesso in cui vengono richiesti.
No vendor
lock-in
Si basa su una soluzione opensource che è totalmente indipendente dall’infrastruttura di virtualizzazione (hypervisor) sottostante.

Per saperne di più

Il nostro cloud può funzionare con VMWare, Xen, KVM, Hyper-V, QEMU etc, ed è dunque libero dai vincoli che i vendor impongono nella scelta di una piattaforma.
Oggi abbiamo scelto di utilizzare XenServer come piattaforma di virtualizzazione, ma abbiamo svolto test con successo anche su altre piattaforme (VMWare, KVM).
Inoltre, Cloudup può esporre verso Internet e verso i clienti un servizio di API che rendono accessibili ad applicazioni di terze parti l’utilizzo dei servizi, secondo gli standard più diffusi al momento (Amazon EC2 o S3).
L’obiettivo che abbiamo perseguito è stato quello di evitare, a noi e ai nostri clienti, il cosiddetto vendor lock-in, cioè l’adozione di una tecnologia che rende chi le usa meno libero di scegliere un altro fornitore e lo espone senza appello a modifiche unilaterali di specifiche tecnologiche o condizioni contrattuali.


La piattaforma di Cloudup è basata sullo sviluppo e sull’utilizzo di un software che gestisce interamente l’allocazione di risorse computazionali e di storage, per sollevare interamente l’infrastruttura da compiti specifici correlati alla virtualizzazione.
Con questo obiettivo, siamo riusciti ad adottare una piattaforma hardware di uso comune, e non è stato previsto l’impiego di blade o altri sistemi enterprise.